È da parecchio tempo che non scrivo sul blog… sto attraversando la cosiddetta “fase dello struzzo”: vorrei mettere la testa sotto la sabbia e isolarmi dai rumori del mondo. Diciamo che in questo periodo il sogno di dedicarmi all’eremitaggio e di ritirarmi su un monte, alla Terzani, si è considerevolmente acuito. =)

Ciononostante, data la mia natura irrimediabilmente ottimista, questo periodo di “crisi”, di ricerca di fragili equilibri tutto sommato non mi dispiace: l’imprevedibilità, l’insicurezza e la “paura” per il futuro, a mio avviso,  sono preferibili a una vita programmata nei minimi particolari. Ho deciso di scommettere sull’intensità del vivere piuttosto che sulla stabilità. Les jeux sont faits. Rien ne va plus.


Forma di probabilità

Dissemino le stelle intorno al mio corpo

Comunicando con ogni fibra sensibile, con ogni cellula:

cosa sono il nome, il verbo, l’identità?

Né il divieto mi annulla

Né l’imperativo mi plasma

Né il nome mi contiene

Wafaa Lamrani

In Valentina Colombo (a cura di), Non ho peccato abbastanza. Antologia di poetesse arabe contemporanee, Mondadori, Milano, 2007

Annunci